No Evidence to Support Routine Use of Aspirin in Most Women for Primary Prevention

Physician’s First Watch
David G. Fairchild, MD, MPH, Editor-in-Chief, December 5, 2014

By Larry Husten, Edited by André Sofair, MD, MPH, and William E. Chavey, MD, MS

Nella maggior parte delle donne, i benefici di uso regolare di aspirina per la prevenzione primaria non sono superiori ai rischi.

Nello studio di salute delle donne, quasi 28000 donne di età  tra  i 45 anni e più anziane sono state randomizzati a ricevere o  placebo o 100 mg di aspirina al giorno. L’uso di aspirina ha portato a piccole riduzioni del rischio assoluto per le malattie cardiovascolari a 15 anni e il per il cancro del colon-retto; 371 pazienti devono essere trattati per prevenire un evento cardiovascolare, e 709 per prevenire un tumore del colon-retto. Questo piccolo beneficio é avvenuto a spese di un aumentato numero  di sanguinamenti gastrointestinale, 133 pazienti  da trattare per causare un evento. Nelle donne di età da 65 anni o più, i benefici cardiovascolari dell aspirina erano più pronunciati (NNT 9). I sanguinamento gastrointestinali è aumentata anche in questo gruppo, ma il vantaggio CV apparso é superiore al rischio.

Gli autori concludono che l’aspirina “è inefficace o dannosa nella maggioranza delle donne per quanto riguarda il rischio combinato di CVD, cancro, e maggiore sanguinamento gastrointestinale.” Tuttavia, “trattamento selettivo” in donne anziane può essere ragionevole

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *